Rimozione Tatuaggi

#Discovery Pico

La Nuova era per il trattamento di tatuaggi e lesioni pigmentate

Discovery PICO è il primo laser ai picosecondi di seconda generazione che, grazie alla sua tecnologia esclusiva Quanta Pico-Boost (patent pending), risulta lo strumento più innovativo e potente presente oggi sul mercato per il trattamento di tatuaggi e lesioni pigmentate.

Discovery Pico

La nuova era della rimozione tatuaggi, delle lesioni pigmentate e dei trattamenti della pelle

Tecnologia PicoBoost per potenze fino a 1.8 GW

Massima energia in modalità Pico fino a 800 mJ @ 1064 nm e 300 mJ @ 532 nm

Manipoli OptiBeam II sper spot flat-top quadrati, tondi e frazionato

Basso assorbimento di energia: max 16A

Tre Lunghezze d'onda attive: 1064 nm, 532 nm e 694 nm

Display Touchscreen con un'interfaccia grafica intuitiva da 10,4''

Doppio pedale per ready/ standby e attivazione laser

Impulsi a picosecondi, ultra e brevi

In sintesi
Discovery PICO è il primo laser Nd:Yag a picosecondi di seconda generazione che, grazie alla sua tecnologia esclusiva Quanta Pico-Boost (patent pending), risulta lo strumento più innovativo e potente presente oggi sul mercato per il trattamento di tatuaggi e lesioni pigmentate.
L’assoluta innovazione introdotta da Discovery PICO è l’emissione di energie e potenze elevatissime attraverso impulsi ultracorti ai picosecondi.
Queste caratteristiche hanno aumentato l’efficacia dei trattamenti, generalmente riducendo il numero di sedute rispetto ad un tradizionale laser Q-Switch e con un maggior comfort per il paziente.
L’elevata energia per impulso in modalità Q-Switched o Photo-Thermal, le grandi dimensioni degli spot e l’elevata frequenza di ripetizione degli impulsi, fanno di questo laser, una vera e propria soluzione per il trattamento di quasi tutti i colori di tatuaggi e lesioni pigmentate anche su pelli molto scure, rappresentando la migliore combinazione di efficacia terapeutica e sicurezza per il paziente.
La Serie Discovery PICO tecnologicamente avanzata dall’accurato design tutto italiano ha aperto una nuova era, per offrire ai propri pazienti risultati eccellenti.

Effetti Pico
Quando una particella o aggregati di particelle presenti nella cute assorbono una radiazione laser ad impulsi ultracorti, si genera un repentino riscaldamento con una temperatura che all’interno della particella può raggiungere anche i 900°C (¹). Il rapido riscaldamento induce nella particella un’espansione estremamente veloce, che genera un’onda meccanica longitudinale (acustica) che attraversa la particella stessa.

L’onda generata esercita una pressione che eccede la soglia di frattura della particella, determinandone la frammentazione (²). Successivamente, i frammenti vengono rimossi da parte dei macrofagi attraverso il sistema linfatico. Questo è il processo chiamato “”Effetto Fotoacustico” che è letteralmente in grado di “polverizzare” le particelle.

Affinché ciò accada nelle migliori condizioni, la durata dell’impulso laser deve essere inferiore al tempo di attraversamento dell’onda meccanica all’interno del target, che per i cluster di inchiostro è in nanosecondi e per le particelle di inchiostro più piccole e melanosomi singoli è nell’intervallo dei picosecondi, tutto questo lasciando i tessuti circostanti inalterati.

A seconda della lunghezza d’onda, un laser è in grado di agire su diversi colori di pigmento. Per questo motivo la Serie Discovery PICO dispone delle lunghezze d’onda 1064, 532 e 694 nm (versione PLUS) in grado di trattare la tipologia di tatuaggi maggiormente diffusa e le lesioni pigmentate benigne sia epidermiche che dermiche.

Inoltre la modalità di emissione “Photo-Thermal” (Free Running) insieme a Q-Switch e PICO è ideale per le applicazioni di fotoringiovanimento cutaneo del viso.Il laser YAG al picosecondo può eliminare le particelle di inchiostro più piccole che compongono i tatuaggi neri.

Questo colore, anche per le piccole dimensioni delle sue particelle, può resistere ai trattamenti con laser Q-Switched facendo ottenere piccoli miglioramenti ad ogni sessione. L’impulso ai picosecondi riesce invece a frammentare anche la più piccola particella di inchiostro nero in una “polvere” molto sottile, più facile da eliminare dal sistema immunitario del corpo.

Emettendo ad entrambe le lunghezze d’onda 532 nm e 1064 nm a regime picosecondo, Discovery PICO può trattare diversi colori di tatuaggio e lesioni pigmentate superficiali e profonde utilizzando anche le modalità di emissione Q-Switched.

Caratteristica esclusiva di questo laser è la modalità Photo-Thermal attraverso il quale si può trattare anche la pelle matura (ringiovanimento della pelle) in modo efficace.

Rimozione Tatuaggi
Lesioni Pigmentate Benigne
Skin Resurfacing
Struttura sanitaria accreditata con il S.S.N

Altre Metodiche